Guida senza patente: addio reato penale! Via (al solo) all’illecito amministrativo.

Guidare senza patente potrebbe non essere più reato, ma diventare un illecito amministrativo.

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro della giustizia Andrea Orlando ha approvato la scorsa settimana uno schema di decreto legislativo che punta a depenalizzare alcuni reati attualmente punibili con la sola pena della multa o dell’ammenda.

Tra questi c’è la guida senza patente, fattispecie di reato regolata dall’articolo 116 del Codice della Strada che recita al comma 15: «Chiunque conduce veicoli senza aver conseguito la corrispondente patente di guida è punito con l’ammenda da 2.257 euro a 9.032 euro; la stessa sanzione si applica ai conducenti che guidano senza patente perché revocata o non rinnovata per mancanza dei requisiti fisici e psichici. Nell’ipotesi di recidiva nel biennio si applica altresì la pena dell’arresto fino ad un anno. Per le violazioni di cui al presente comma è competente il tribunale in composizione monocratica».

Le depenalizzazione della guida senza patente, oltre a quello di non sporcare più la fedina penale di chi se ne rende colpevole, avrebbe come effetto secondo Palazzo Chigi quello di diminuire il lavoro a carico del sistema penale, mentre la sanzione, più alta delle attuali ammende, fungerebbe da deterrente più efficace rispetto ad un processo, di norma più lungo e dall’esito più incerto.

Secondo la tabella allegata allo schema del decreto, che dovrà ricevere il parere delle Camere, la guida senza patente sarà punita con una sanzione amministrativa che potrà andare da 5.000 a 30.000 euro.

Considerazioni

Crediamo che questa soluzione sia alquanto preoccupante.

Pensiamo a Tutti coloro che si dichiarano nullatenenti, praticamente godranno di impunibilità.

Per non parlare delle assicurazioni. In caso di sinistro sono praticamente sollevate da qualsiasi risarcimento, La vittima può solo tentare un procedimento penale ma come è previsto, finirà avendo a che fare con un “presunto” nullatenente. In Italia ce ne sono tantissimi di questi nullatenenti che girano con Suv ed auto costosissime.

Di questa stupenda legge mi preoccupa che ne “approfitteranno davvero tantissimi”.

La coerenza non credo abita a Palazzo Chigi.

Da un lato introducono il reato di omicidio stradale con pene aspre e dall’altro tolgono il reato di guida senza patente, assimilando il fatto ad un illecito amministrativo!!!

Non è che sia un ulteriore aiuto alle lobby assicurative? Si dice: A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina.

Secondo Palazzo Chigi, questa legge, avrebbe come scopo di diminuire il lavoro a carico del sistema penale. Ma se il risultato è come la mediazione obbligatoria (anno 2010 ) poi Negoziazione Assistita (D-Lgs. 12 SETTEMBRE 2014, N. 132), avremmo solo tantissime carte e burocrazia ed una confusione tale che si rischia di non punire nessuno, con conseguente “archiviazione del reato”.

Distinti saluti

 

Lascia un commento